ESCLUSIVA CN1926 - Lamia (TuttoChievoVerona.it): La Champions può favorire il Chievo ma...

così ai nostri microfoni

lamia

Vincere per ripartire. E' questo l'imperativo categorico del Napoli atteso, domenica pomeriggio, dal Chievo. Banco di prova importante in quanto arriva dopo la sconfitta in Champions col Real Madrid e le polemiche tra De Laurentiis e Sarri che hanno gettato altra benzina sul fuoco.

A parlare del momento dei veronesi, il collega Paolo Lora Lamia di Tuttochievoverona.it che, intervistato in esclusiva dalla nostra redazione, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Prima di focalizzare l'attenzione sul Chievo, che Napoli hai visto al Santiago Bernabeu?

"Non ho visto la solita squadra spumeggiante come in campionato. Una volta passato in vantaggio, il Napoli ha sofferto la forza del Real Madrid che ha fatto sua la partita approfittando anche di alcuni errori in fase difensiva degli azzurri. Alcuni calciatori hanno sofferto l'impatto dello stadio e non hanno reso al massimo del loro valore, vedi Koulibaly. La qualificazione comunque è ancora aperta e il Napoli se la può giocare al ritorno".

Ora c'è il campionato e domenica affronterà il Chievo. Pensi che i clivensi possano essere avvantaggiati, sul piano psicofisico, di sfidare una squadra che è reduce da un impegno europeo?

"Mah, è un particolare da non sottovalutare. Così come detto in settimana da Meggiorini, il Chievo affronterà una squadra stanca ma sarà sempre una sfida proibitiva. Il Napoli ha talmente una rosa lunga che può permettersi di ruotare diversi uomini senza che si abbassi minimamente la qualità. Il Chievo comunque avrà il vantaggio di giocare a mente libera in quanto è in una zona tranquilla della classifica".

Come ha preparato Maran questa sfida e che modulo schiererà?

"Il tecnico manterrà fede al 4-3-2-1 e confermerà gli stessi uomini dell'ultima gara vinta contro il Sassuolo: Sorrentino in porta; Cacciatore e Gobbi esterni con Dainelli e Spolli centrali; trio di centrocampo formato da Izco, Radovanovic e Hetemaj, Castro e Birsa a supporto dell'unica punta Inglese, autore di una tripletta a Reggio Emilia nell'1-3 finale".

La vittoria interna manca da dicembre, come mai il Chievo non riesce più a vincere in casa?

"Il Chievo ha offerto sempre buonissime prestazioni al Bentegodi. Ha messo sotto tutte le big e ha perso solo con Milan e Juventus per episodi sfavorevoli. Ad inizio campionato ha battuto l'Inter, pareggiato con la Lazio e dal nuovo anno non ha avuto la Dea bendata dalla propria parte. Ricordo lo 0-3 contro la Fiorentina e Tello la sbloccò proprio nel miglior momento del Chievo. Speriamo in una miglior sorte col Napoli".

Apparentemente il Chievo non ha nulla più da chiedere alla classifica. Come farà Maran a motivare la squadra fino al termine della stagione?

"Anche se la salvezza non è stata conquistata matematicamente, siamo lì. Virtualmente è salvo. Beh, Maran è ambito da diverse piazze importanti di serie A e già questa potrebbe essere una motivazione di continuare a far bene. Dalla Sampdoria in giù si è formato un bel gruppone di squadre che hanno poco da chiedere al campionato ma il Chievo non deve mollare nulla e scalare il più possibile la classifica". REDAZIONE - Antonio De Crecchio.

Potrebbe interessarti anche ...

 ACCEDI QUI per visualizzare i commenti

ACCEDI all'area riservata per visualizzare i commenti