Russ ha vinto il tumore. Torna ad allenarsi con l'Eintracht

FRANCOFORTE - L'incubo cancro è forse alle spalle per il difensore dell'Eintracht Francoforte Marco Russ. Il giocatore, dopo aver subito un intervento e la chemioterapia per curare un tumore al testicolo, oggi è tornato ad allenarsi per la prima volta dopo diversi mesi, lavorando per circa un'ora e mezza con i compagni e domani partirà con la squadra per il ritiro invernale ad Abu Dhabi. Il 31enne ex capitano è stato sempre sostenuto dalla società, che a settembre gli aveva prolungato il contratto fino al 2019.

TEST E LA SCOPERTA - Era la fine di maggio quando a Russ cadde il mondo addosso per il risultato di alcuni esami medici affrontati in seguito ad un test antidoping che aveva rivelato livelli anormali dell'ormone della crescita (Hcg). Il test era stato effettuato il 30 aprile in occasione di una partita di campionati e l'Agenzia antidoping tedesca aveva raccomandato all'Eintracht di far eseguire accertamenti medici al giocatore. Contemporaneamente, la Procura di Francoforte aveva ordinato le perquisizioni dell'abitazione di Russ e dell'hotel dove la squadra aveva soggiornato prima della partita, giustificando il tutto con le disposizioni delle leggi antidoping. Non si trattava però di doping, ma di un tumore, che ha richiesto lunghe terapie che sembrano aver avuto successo. Corriere dello Sport.

Potrebbe interessarti anche ...